Cessione del Quinto

Il prestito con cessione del quinto dello stipendio

La cessione del quinto è una richiesta di finanziamento la cui restituzione è regolata da un addebito sullo stipendio stesso, busta paga o pensione che sia. È come se il prestito venisse rimborsato direttamente dal datore di lavoro o dall’ente pensionistico in questione attraverso un bonifico mensile di importo definito.

Cessione del Quinto dello Stipendio o della Pensione

A differenza dei prestiti al consumo, nella cessione del quinto, non bisogna “giustificare” o comunque dare informazioni circa la destinazione del finanziamento, così come avviene in altre soluzioni in cui bisogna citare il bene o il servizio per il quale lo si richiede. Questo è reso possibile dal momento che la garanzia stessa è l’addebito su uno stipendio fisso, e quindi il posto di lavoro del prestatario fa in qualche modo fede sulla sua capacità risarcitoria.

Proprio perchè è il posto di lavoro stesso, come avviene anche nel caso dei mutui, ad essere la garanzia di fatto dei prestiti con cessione del quinto, i lavoratori autonomi e i lavoratori con contratto a tempo determinato incontrano molte più difficoltà nel richiederli; naturalmente qualora la restituzione del debito, in base all’importo richiesto, potesse avvenire entro la data di scadenza del contratto di lavoro a tempo determinato, lo stesso sarebbe tranquillamente concesso. Quindi appare evidente da questa asserzione che questo succede generalmente solo per piccoli importi, vista la breve durata dei contratti a tempo determinato, mediamente parlando.

Abbiamo detto che la natura della cessione del quinto prevede un rimborso con trattenuta in busta paga ed ha un importo pari alla rata mensile prevista dal piano di ammortamento del finanziamento stesso. La garanzia che banche e finanziarie richiedono è insita nella stessa caratterizzazione di questo tipo di prestito: il rischio di insolvenza volontaria del debitore è quasi inesistente dal momento che lo stesso debitore non ha facoltà di revocare il pagamento; infatti in un finanziamento con tale formula è coinvolto il datore di lavoro e tale coivolgimento è condizione fondamentale per l’erogazione stessa.

Cessione del Quinto: Assicurazione e Garanzie

Non è possibile neanche regolare il rimborso del credito personalmente, salvo un rapporto d’interruzione dell’impiego con la conseguente perdita del posto di lavoro. A tal proposito, c’è da dire, che in tale tipo di finanziamento c’è l’obbligo di contrarre una polizza assicurativa che tuteli l’istituto erogante in caso di morte o di perdita del lavoro da parte del contraente.

Il TFR o trattamento di fine rapporto, costituisce un’ulteriore garanzia per i lavoratori dipendenti di aziende private, che viene messo a disposizione, nell’ammontare del debito residuo maturato via via, a favore della banca o della finanziaria erogatrici. Tali garanzie svincolano il richiedente dal presentare altre garanzie aggiuntive, come ipoteche, fideiussori e rendono facilitazioni nell’erogazione del prestito anche a protestati e a coloro che hanno subito pignoramenti.

Normalmente il periodo massimo dello stanziamento e relativa restituzione con questa formula è di ben 10 anni, molto difficile da ottenere con un’altre soluzioni, specie per un certo tipo di importi e a tassi d’interesse contenuti, specie su lunghi periodi. L’importo ottenibile può andare da 3.000 a 50.000 euro. Un altro vantaggio è che non ci si dovrà preoccupare di pagare periodicamente una rata dal momento che tale incombenza è assolta automaticamente e di conseguenza sono nulli i rischi di vedersi iscrivere in una lista afferente ad insolventi o cattivi pagatori.

Cessione del Quinto dello Stipendio: Massimo Importo Cedibile

L’importo massimo cedibile mensilmente con la formula della cessione del quinto dello stipendio, è come dice il nome stesso pari ad 1/5 della busta paga, salvo casi particolari come è il caso del prestito delega, quindi un valore del tutto equilibrato per far fronte al rimborso senza gravare particolarmente sull’incidenza del salario nella vita quotidiana. Su wikipedia altre informazioni sulla cessione del quinto con le varie normative specifiche, le caratteristiche del finanziamento, le coperture assicurative. Altri approfondimenti sul sito della borsa italiana.

Altre tipologie di prestiti sul web

Prestiti Garantiti I prestiti garantiti sono studiati per lavoratori dipendenti statali e privati, e sono regolati dal D.P.R. numero 180 del 5/1/1959 e successivi che ne consente l'erogazione solo ad enti finanziari che sono abilitati e enti creditizi. La rata mensile da corrispondere alla finanziaria o all'istituto di credito erogante è addebitata direttamente sullo...
Prestiti Fiduciari Il prestito fiduciario rientra nella categoria dei finanziamenti non finalizzati ossia quelle forme di credito che non richiedono spiegazioni da parte del richiedente circa l'utilizzo del denaro richiesto. Vengono richiesti da quelle categoria di persone che hanno problemi di liquidità immediata dovendo acquistare qualcosa e non disponendo di dena...
Prestiti Personali I prestiti personali sono una delle forme di finanziamento tra le più diffuse ed è caratterizzata da agevolazioni varie in grado di adattarsi al maggior numero di persone e casistiche. Sono soluzioni sono estremamente adatte per effettuare un certo numero di acquisti di beni e servizi o per disporre di denaro liquido per qualsiasi necessità o scop...
Prestiti Prima Casa Accedere al credito per la prima casa, ristrutturazioni, mobili ed elettrodomestici Il prestito casa rientra nel credito finalizzato ed è un tipo di finanziamento che è studiato per sopperire alle varie spese che un immobile comporta, a parte l'acquisto stesso dell'abitazione, appartamento o immobile di qualsiasi tipo, attraverso il mutuo. Mutui ...